Neurostimolazione gangliare, Accustim-E, E-Cath

Neurostimolazione Gangliare: Indicazioni e Tecnica

Indicazioni

La neurostimolazione del ganglio spinale come principio di azione, unita alla semplicità delle procedure, rende ACCUSTIM-E un sistema efficace per il trattamento delle seguenti indicazioni:

  • Radicolopatie spinali
  • Dolori da vasculopatie
  • Sindromi FBSS
  • Dolori Post-erpetici
  • Trial SCS periferici
  • Sindromi da Arto fantasma

ACCUSTIM-E inoltre può essere utilizzato anche come strumento diagnostico per identificare i pazienti che potrebbero trarre beneficio dalla stimolazione nervosa periferica permanente.

Neurostimolazione gangliare, Accustim-E, E-Cath, Dolore neuropatico, Radicolopatia spinale

La tecnica

L'applicazione dei sistemi ACCUSTIM-E per la stimolazione del ganglio delle radici dorsali comincia con l'inserimento ed il posizionamento del catetere E-CATH. Questa operazione è mininvasiva ed va eseguita in regime chirurgico.

Attraverso fluoroscopia, si identifica il target da raggiungere con la punta dell'elettrodo E-CATH. Si esegue quindi un accesso percutaneo con l'introduttore specifico presente nel sistema. Normalmente gli accessi sono tipo interlaminare o intraforaminale e vengono effettuati sui livelli adiacenti a quello da trattare, in modo tale che la porzione di elettrocatetere inserita non sia eccessivamente lunga. Un accesso vicino al target permette un posizionamento più preciso e più stabile durante tutto il periodo della terpapia.

Posizionato l'elettrocatetere, si collega lo stimolatore ACCUSTIM incluso nel sistema e si verifica la bontà del posizionamento attraverso test di parestesia. Quando il paziente riferisce sensazioni di parestesia nell'area sofferente si rimuove il mandrino dell'elettrocatetere e si prosegue con il fissaggio di sicurezza dei vari componenti del sistema e si avvia il programma di trattamento prestabilito per quella particolare indicazione.

La durata ed il numero dei trattamenti è varia e dipende dalla cronicità e dal grado di dolore lamentato dal paziente. La terapia non determina fenomeni di dipendenza quindi il range di variabilità è ampio e può essere ottimizzato anche durante la terapia stessa. Nei casi più favorevoli la remissione o diminuzione del dolore è evidente fin dal primo trattamento, comunque l'efficacia si evidenzia nella maggior parte dei casi dopo diversi trattamenti. 

Neurostimolazione gangliare, catetere E-Cath, Dolore neuropatico, Radicolopatia spinale

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Per saperne di più o negare il consenso a tutti o alcuni cookie vai alla sezione Cookie Policy.